Ultime dalla casetta al Marzapane

venerdì 30 novembre 2012

Crackers all’acqua: i fiori d’acqua, ricetta homemade



Nella borsa della spesa:
300 g di Farina, la mia è una farina di Farro Biologica + il necessario per la spianatoia
20 g di Olio evo
150 g di Acqua fredda da frigorifero

Per decorare:
Sale grosso
Semi di sesamo
Semi di papavero
Rosmarino



Nota:
Come potrete leggere tra gli ingredienti, ho preferito realizzare i miei crackers all’acqua con una farina di farro biologica, piuttosto che usare il grano; nulla toglie però, alla vostra fantasia ed al vostro gusto, di usare farina di grano tipo 0, o farina di kamut, a voi la scelta. Sono dei cracker leggerissimi e soprattutto senza lievito ne sale nell’impasto: ricettina light ma con gusto!

Nota all'etichetta: Ricette Senza - Ricetta senza Grano e senza Lievito

Vi racconto il “come fare”:
Impastate bene la farina, disposta a fontana dentro una ciotola o sulla spianatoia, con l’acqua fredda e l’olio. Lavorate il vostro impasto molto, fino ad ottenere un panetto compatto e liscio. Avvolgete il vostro panetto in pellicola e lasciate riposare in un luogo fresco per almeno mezz’ora.
Preriscaldate il forno a 180°C e, trascorso il tempo di riposo, infarinate per bene la spianatoia e iniziate a stendere con il mattarello il vostro impasto; dovrete “tirare” una sfoglia molto sottile, da qui ritagliate dei dischetti – io ho utilizzato, per realizzare i miei fiori d’acqua, un coppapasta dai bordi smerlati e dal diametro di 4 cm.
Ottenuti i vostri crackers, disponeteli sulla placca da forno foderata con carta da forno. Con un pennello, bagnate leggermente la superficie dei crackers con acqua e distribuite su ogni dischetto il decoro desiderato tra sale grosso, semi di papavero o di sesamo e rosmarino.
Infornate in forno già caldo e cuocete per 10-12 minuti.


Se possedete il bimby
potete procedere all’impasto come segue:
Versate nel boccale l’acqua, l’olio e in ultimo la farina, impastate 2 minuti vel. Spiga. Recuperate il vostro impasto, date forma di panetto e avvolgetelo in pellicola trasparente. Mettete il panetto a riposo in un luogo fresco per almeno mezz’ora. Quindi continuate come da ricetta descritta sopra.

Un pizzico di :
Li ho chiamati fiori d’acqua, un po’ per ricordare quelli venduti in commercio (da quella nota casa produttrice di prodotti da forno) e definiti crackers all’acqua, un po’ per rendere l’idea di quanto profumati e gradevoli siano. Dei piccolissimi cracker, cialdine che già da ieri sera mi allietano la cena.
Ebbene sì, seppure ancora sul mio blog io pubblichi ricette golose, sarei a dieta e dunque propensa a preparare ricette light. Da questa settimana la mia nutrizionista ha deciso di “regalarmi” 5 fiori d’acqua ad ogni mia cena… non mi andava di comprarli, ho preferito sperimentare e sono davvero, davvero entusiasta del risultato.



Il buongustaio? Da bravo golosone di cibi ricchi e conditi ha gradito, ma in particolar modo i crackers con il sale grosso. Gli altri sono senza sale e profumati di semini o di rosmarino e poi la cosa che mi piace tanto è che croccano

22 commenti:

  1. Oggi sono a casa e li provo sicuramente. Con la farina di grano saraceno pensi che vada bene? Li vorrei provare!! Sei stata bravissima e io quelli all'acqua li compro spesso. Ciao e tantissimi complimenti per il tuo blog, le tue idee mi piacciono sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Giovanna, grazie per essere sempre così carina!! ^_^
      Con la farina di grano saraceno verranno buoni di gusto, ma temo un pò per l'assenza di lievito... essendo questa una farina più "pesante" potrebbero non sfogliare, magari potresti mettere giusto un pizzichino di lievito, per metterti al sicuro, che dici?

      Elimina
  2. mmmmmmmm che profumino...sn fantastici...complimenti

    RispondiElimina
  3. guarda che incanto! li salvo subito!!

    RispondiElimina
  4. Ciao, complimenti per il bellissimo blog. Se vuoi scoprire i dolci tipici tradizionali piemontesi vieni a trovarci su www.dolcepiemonte.com anche per un regalo "gustoso" per Natale.
    ciao

    RispondiElimina
  5. Ciao, bellissimi questi crackers.....ssomigliano un pò al mio pane piatto armeno....se ti va passa a trovarmi http://ingredienteperduto.blogspot.it/2012/11/pane-senza-lievito-pane-armeno.html

    RispondiElimina
  6. Mi piacciono molti i tui crackers! una ricetta intelligente e sana, gustosae sfiziosa. Bravissima!

    RispondiElimina
  7. Leggeri con gusto, mi piacciono!

    RispondiElimina
  8. Perfetti per un aperitivo...
    Coplimenti...

    A presto
    Monica

    (fotocibiamo)

    RispondiElimina
  9. Stupendi!! Lo sai che li cercavo??
    bravissima copio la ricetta
    bravissima baci!

    RispondiElimina
  10. CHE BELLI! VOGLIO PROPRIO PROVARLI, BRAVA !

    RispondiElimina
  11. Grazie Tiziana, sono favolosi, li provo!!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Che belli che sono, hai reso speciali anche i crackers

    RispondiElimina
  13. Ciao Tiaziana, che belli i tuoi crakers, davvero speciali!
    Buona serata
    Flora

    RispondiElimina
  14. Ottimi, cosi pochi ingredienti e cosi veloce da fare!

    RispondiElimina
  15. TIZIANA,HO BISOGNO DI TE,TU SEI UNA GURU DEL PC,HO DEI PROBLEMINI CREDO SERI PUOI PASSARE E CONSIGLIARMI?

    RispondiElimina
  16. Ciao, mi sono unito al tuo blog. E' molto ben fatto. Volevo dire di questi crackers che mi piacciono molto perché sono preparati con farina di farro, e sono piacevolmente aromatizzati. Messi a tavola penso che vadano a ruba. Perfetti anche con l'aperitivo.

    RispondiElimina
  17. Mi pare di non averli mai assaggiati..qui non ci sono, ma sicuramente proverò la tua ricetta, sono stupendi!
    Un bacione cara Tì

    RispondiElimina
  18. ciao cara, quanto tempo!!!!
    questi crackers sono quello che mi ci vuole per un futuro, vicino, auspicabile, inizio di dieta.
    ed eccomi qua a rubarti la ricetta!
    grazie, a prestooo!!!

    RispondiElimina

Le tue parole al marzapane sono come una tavolozza di colori, utili per colorare il mondo insieme, pronte a dare vita a nuovi spunti... e sono gradite, sempre!

Gli amici