Benvenuti nella mia cucina al marzapane Tiziana
puoi seguirmi su:
grazie per essere passato e ricorda
i tuoi commenti alimentano il mio blog!
news: mi sono iscritta a Tumblr... qui i miei scatti: PdM foto

martedì 21 febbraio 2012

Chiacchiere di carnevale, fritte o al forno?


Nella borsa della spesa:
330 g di Farina 00
2 Uova
80 g di Burro
70 g di Zucchero
1 cucchiaio di Vino bianco
1 cucchiaio di Rum (o Grappa)
1 pizzico di sale
½ bustina di Lievito per dolci (circa 8 g)
½ Limone, la scorza

Olio per friggere
Zucchero a velo per decorare



Vi racconto il “come fare”:
Mescolate la farina, meno un cucchiaio abbondante, con il lievito in polvere. Mettetela sulla spianatoia, fatevi un incavo al centro ed incorporatevi le uova, una presa di sale, la buccia grattugiata di mezzo limone (meglio se biologico), vino e rum (o se preferite, in sostituzione degli alcolici, due cucchiai di succo di limone). Spargete tutto intorno all’incavo lo zucchero e il burro a fiocchetti quindi impastate, lavorando bene tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Spolverizzate la spianatoia con la farina rimasta e stendete la pasta con il mattarello, in una sfoglia piuttosto sottile. Con una rotellina tagliate la pasta a strisce rettangolari, fate al centro di ogni rettangolo un taglio e ripiegate la pasta (con un lembo dentro il taglio centrale) formando il classico nodino. Scaldate l’olio in un pentolino profondo o in una padella per fritti e, appena l’olio risulterà ben caldo, friggete le chiacchiere poco per volta, rigirandole a metà cottura fino a farle dorare per bene. Sgocciolate le chiacchiere dall’olio di frittura con una schiumarola e ponetele ad asciugare su carta assorbente, solo da fredde potrete procedere a decorarle con zucchero a velo.
Per una versione più leggera e digeribile, adatta a chi ha problemi di linea o ai bambini, potrete cuocere le vostre chiacchiere al forno. In questo caso, una volta ottenute le vostre forme, rettangolari con un doppio taglio al centro, sistemate le chiacchiere su una placca da forno foderata di carta da forno e infornate in forno già caldo a 180°C per 10/12 minuti circa. Da fredde, procedete ugualmente a spolverizzarle di zucchero a velo.



Un pizzico di :

Per un martedì grasso che si rispetti non si può saltare il dessert, grasso anch’esso e fritto fritto fritto very good. Buone le chiacchiere tradizionali, eppure c’è chi le preferisce al forno. Per non far disparità le abbiamo provate in entrambi i modi in casa marzapane… le fritte sono sparite in tempo record, quelle al forno – un po’ più lente a carburare – si son fatte scoprire e apprezzare (ma solo dopo la fine delle prime :) anche dal lato recidivo e goloso della famiglia.

Buon carnevale a tutti!

17 commenti al marzapane:

  1. Posso averne una e una? Sono tutte perfette e super invitanti, bravissima!

    RispondiElimina
  2. Sia fritte che al forno sono sempre una bontà! Non possono mancare a carnevale!

    RispondiElimina
  3. Fritte fritte...le preferisco fritte....
    ciao francesca

    RispondiElimina
  4. A me piacerebbe provarle al forno. Certo diventano tutt'altro dolce, però mi sembrano perfetti come biscottoni! Aggiudicato, le provo al forno! Cat

    RispondiElimina
  5. ciao, che bella ricetta! per dieta mi tocca mangiare quelle al forno.. però almeno a una di quelle fritte non ci rinuncio!!!

    RispondiElimina
  6. Decisamente meglio fritte....mica si fanno ogni giorno!!!
    Bravissima,ho copiato la ricetta.

    RispondiElimina
  7. In genere mangio sempre quelle fritte. A carnevale il fritto fa da padrone.

    RispondiElimina
  8. Sono d'accordo :) meglio le chiacchiere fritte almeno una volta all'anno a carnevale prendiamoci questo sfizio! Però quelle al forno perché non gustarcele spesso e volentieri? Un abbraccio cara Tì

    RispondiElimina
  9. Che dolcezza il tuo blog, sono felice d averlo scoperto! Anche io ho fatto le chiacchiere, ma la versione al forno, che ho trovato ottime, in questo periodo evito i fritti!

    RispondiElimina
  10. Hanno un aspetto meraviglioso!!!!!!!!!!!Buona serata....

    RispondiElimina
  11. Davvero da applausi queste tue chiacchiere! Grazie per il tuo commento. A rileggerti presto

    RispondiElimina
  12. Ma sai che ne avevo proprio voglia? Peccato che la dottoressa mi abbia messa a dieta : ( Mi accontento di guardare il tuo splendido blog

    RispondiElimina
  13. Fritte, al forno, in umido... :-D Di fronte alle chiacchiere non si sta a guardare il pelo nell'uovo, sono deliziose comunque! Che bellezza le tue foto, cara, mettono addosso un'allegria...!!!

    RispondiElimina
  14. Ma sai che al forno non le ho mai mangiate?
    Un abbraccio, sei sempre bravissima.

    RispondiElimina
  15. fritte son belle ma anche al forno fanno un figurone!
    complimenti, il tuo blog è una meraviglia!

    RispondiElimina
  16. Le chiacchiere sono buonissime in entrambe le versioni, anche se io preferisco le fritte!Complimenti per il tuo blog, mi unisco ai tuoi lettori così potrò seguirti! A presto...Molly

    RispondiElimina
  17. sono buonissime entrambe! :) a presto, buona serata :)

    RispondiElimina

Le tue parole al marzapane sono come una tavolozza di colori, utili per colorare il mondo insieme, pronte a dare vita a nuovi spunti... e sono gradite, sempre!

Translate

Gli amici