Ultime dalla casetta al Marzapane

mercoledì 17 novembre 2010

Bertolda cuor di mela


Ingredienti come creta da modellare, da piegare verso le nostre esigenze, ripesare con varianti da adattare a ricette appena scritte. Crediamo di gestirli, gli ingredienti, ma spesso ci accorgiamo che sono loro a gestire noi verso un viaggio sensoriale che regala sempre nuove emozioni e quelle vette talvolta ignote di gusti che non avremmo mai pensato di scoprire. Per questa torta è stato così, una corsa verso la meta… io con le mie certezze e loro, ingredienti da assemblare, con la loro voglia di dimostrarmi che alla fine riescono a stupire. Ho studiato questo dolce nella consapevolezza di poterlo fare bene, ho ottenuto un gusto che non mi sarei aspettata e che per la sua ricercata semplicità mi ha stupita. L’ho studiato ponendo come obbiettivo quello di donare un deciso gusto di mela ad una torta apparentemente rustica e dalla scorza dura, così nasce questa rivisitazione della Bertuldina divenendo per me Cuor di mela.

Ingredienti:
200 g di Farina 00
200 g di Farina di Mais Fioretto
150 g di Burro morbido
150 g di Zucchero
2 Uova intere a temperatura ambiente
200 g di Latte intero
1 bustina di Lievito per dolci
1 Limone, la scorza grattugiata
1 barattolo (400 g circa) di Marmellata di mele homemade


Esecuzione:
Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungere quindi un uovo per volta e miscelare bene. Aggingere le farine, incorporandole poco per volta, e il latte dove avrete precedentemente sciolto la bustina di lievito. Aggiungere ancora la buccia grattugiata di un limone non trattato e amalgamare l’impasto che risulterà cremoso e non troppo morbido.
Imburrare una teglia da 22 cm di diametro e versarvi dentro l’impasto quindi cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti.
Sfornare il dolce e lasciarlo raffreddare su una gratella, ricavarne al centro una forma (io ho utilizzato un tagliapasta a forma di cuore di circa 20 cm di diametro), tagliare in due metà la forma. Con i ritagli di torta preparare la farcitura: sbriciolare i ritagli e amalgamarli alla marmellata di mele che assumerà una consistenza più dura. Posizionare sul piatto da portata il taglia pasta che avrete usato per dare la forma al dolce, posizionare dentro il tagliapasta una metà di dolce, versarvi sopra la metà dell’impasto di mela, coprire con la base della torta e terminare con la restante crema di mele. Lasciare solidificare 10 minuti in frigorifero quindi sformare la torta sfilando via il tagliapasta. Decorare con scorzette di limone e con riccioli di marmellata di mele.

Esecuzione della ricetta con il bimby:
Montare con la farfalla il burro e lo zucchero: vel.2 a 37°C per 1 min
Incorporare un uovo: vel.2 a 37°C per 30 sec
Incorporare il secondo uovo: vel.2 a 37°C per 30 sec
Aprire il coperchio e con la spatola riunire al fondo la crema ottenuta
Incorporare il latte, il lievito e labuccia di limone: vel.3 a 37°C per 1 min
Aprire il coperchio e togliere la farfalla
Incorporare le due farine: vel.5 per 1 min
Trasferire il composto in una teglia imburrata e cuocere in forno seguendo le indicazioni sopra descritte.




...questa ricetta ha partecipato ad un contest per saperne di più clicca QUI

20 commenti:

  1. Mamma mia che bontà unica Tiziana!!!!...complimenti!

    RispondiElimina
  2. Ma e' una bellezza!
    Grazie, ed in bocca al lupo :-)

    RispondiElimina
  3. Sembra plasmato apposta per me!!! ^_*
    Baci

    RispondiElimina
  4. Daaaaai ognuna scriveva nel blog dell'altra!
    ^____________^

    RispondiElimina
  5. Mammina che bontà di torta che deve essere!!! Davvero una bella ricetta, complimenti!! E le fono invogliano parecchio :-)
    A prestissimo!
    PS: Adoro la foto sfondo della tua home page!

    RispondiElimina
  6. Cara Tì, mi ha incuriosito il tuo commento lasciatomi nel corso della tua visita al mio blog.
    Quel Tì, lasciato così, sembrava una frase non finita e così eccomi qui, a scoprire chi c'è dietro a quel Tì. Da oggi, seguirò con piacere il tuo blog dal nome buffo (pecorella) e dolcissimo (marzapane), consultandoti per delle ricettine salate che ho già intravisto...

    ;) Sù (Sarù abbreviato come Tì) ^_^

    RispondiElimina
  7. che meraviglia! hai un modo di scrivere e raccontare molto poetico...ti cattura...complimenti!

    RispondiElimina
  8. Non la conoscevo la Bertuldina ma mi piace moltissimo la tua rivisitazione! Che bello il tuo post..io dico spesso che che percepisco un'intensa complicità per ogni ingrediente che uso; come se stessimo facendo un piacevole ed entusiasmante viaggio assieme, verso un'unica meta..Un abbraccio cara Tì

    RispondiElimina
  9. che buona e poi la forma a cuore! mi dici come fai la marmellata di mele? e che mele usi? thanksss

    RispondiElimina
  10. Ciao....ho visitato il tuo blog ed è molto bello.
    Complimenti anche per la ricetta, deve essere buonissima.
    Mi sono unita fra i tuoi sostenitori....se ti va puoi unirti anche tu al mio.
    Piacere anche mio di averti conosciuto.

    RispondiElimina
  11. mi è venuto l'acquolina!!! Grazie per essere passata sul mio blog! =)
    Da ora sono tra i tuoi lettori fissi!

    RispondiElimina
  12. Un aspetto magnific!! ora me la scrivo così la rifaccio magari proprio domani.

    RispondiElimina
  13. Non conoscevo neanche la versione originale della torta ma la rivisitazione mi piace parecchio, anche nella forma simpaticissima a cuore. Adoro i dolci con la farina di mais, un po' rustici ma tanto buoni. Baci, buona giornata

    RispondiElimina
  14. bella ricetta! in bocca al lupo per il contest
    baci cara :)

    RispondiElimina
  15. Buongiorno!
    Volevo ringraziarti per il tuo commento molto bello che hai lasciato da me!
    Il tuo modo di scrivere è così affascinante almeno come questa ricetta!
    Baciotti
    Barbaraxx

    RispondiElimina
  16. Ciao e grazie a tutti, leggervi è bellissimo... ci metto molta passione per cucinare e nel condividere con voi e sapere che apprezzata chiaramente mi allieta!

    Per Cinzietta: ho usato delle meline gala, da agricoltura biologica. Per 1 kg di mele, 500 g di zucchero e 1 limone di cui ho usato il succo. Per la cottura e per praticità mi sono servita del Bimby. Spero di esserti stata utile ^_*


    Bacini marzapanosi a tutti

    RispondiElimina
  17. Buona e bella questa ricetta..uff sono di corsa...intanto ti seguo e copio e incollo...così non mi sfuggi più.
    Piacere Claudia

    RispondiElimina
  18. Che delizia!! Complimenti anche per le altre ricette una più gustosa dell'altra!

    RispondiElimina
  19. Dolce meraviglioso da archiviare immediatamente e da provare prima possibile! Inoltre da oggi hai una "seguace" in più....P.S. A Palermo ci ho lasciato un pezzettino di cuore oramai quasi 5 anni fa....è stata la città del mio viaggio di nozze ed è stupenda!!!
    Ciao e Buona Cucina!!!

    RispondiElimina
  20. Ciao Lory e benvenuta nella cucina al marzapane! Lieta che il dolce ti piaccia e ancor più lieta che ti piaccia la mia città ^_^

    RispondiElimina

Le tue parole al marzapane sono come una tavolozza di colori, utili per colorare il mondo insieme, pronte a dare vita a nuovi spunti... e sono gradite, sempre!

Gli amici